Tariffe del mercato tutelato del gas naturale

A seguito dell’adozione, da parte dell’Autorità per l’Energia Elettrica e il Gas, della nuova disciplina di riforma delle condizioni economiche applicate ai clienti finali serviti in regime di tutela a decorrere dal 1° di ottobre 2013 il prezzo del gas naturale viene calcolato con una nuova formula di in grado di riflettere costi del servizio il più efficienti possibili, coerentemente con i nuovi scenari di mercato all’ingrosso nazionali ed internazionali.

Come stabilito dall’Autorità per l’Energia Elettrica e il Gas (Del. ARG/gas 64/09 e successivi aggiornamenti) il prezzo del gas è articolato in:

Corrispettivi regolati

  • componente relativa ai costi di approvvigionamento del gas naturale nei mercati all’ingrosso (Cmem);
  • componente relativa ai costi delle attività connesse all’approvvigionamento all’ingrosso (CCR);
  • componente relativa alla commercializzazione della vendita al dettaglio (componente QVD costituita da una quota fissa e da una quota variabile dipendente dal consumo);
  • componente relativa al servizio di trasporto (componente QTi, specifica del Comune in cui è ubicato il punto di fornitura);
  • componente per la gradualità nell’applicazione della riforma delle condizioni economiche del servizio di tutela (GRAD e Cpr);
  • componenti relative al servizio di distribuzione, misura e relativa commercializzazione (quota fissa e quota variabile delle tariffe di distribuzione dell’Ambito Tariffario del Comune in cui è ubicato il punto di fornitura);
  • componente relativa agli oneri aggiuntivi (QOA).

Oneri fiscali

  • imposta erariale e addizionale enti locali;
  • IVA.

Tali componenti si aggiornano secondo quanto stabilito dagli organi competenti. In particolare il prezzo della materia prima del Gas (Cmem + CCR) si aggiorna trimestralmente, con provvedimento dell’Autorità per l’Energia Elettrica e il Gas.

Approfondimenti

My GEKO
PHONE
CHAT